Silvia Conti – A piedi nudi (psichedeliche ipnotiche nudità)

(Luca Paoli – 28 maggio 2019)

Mi sono imbattuto casualmente in questo disco di Silvia Conti che mi ha folgorato all’istante.

Uscito nel 2017 per Radici Music Records A Piedi Nudi (psichedeliche ipnotiche nudità) presenta dieci tracce scritte dalla stessa Silvia e due cover di livello come Dancing Barefooth che diventa Ballando a piedi nudi di Patty Smith e la beatlessiana All Togheter Now rivista in versione acustica molto affascinante.

Il tema dei colori riportano sicuramente a quella psichedelia e ai figli dei fiori, alla semplicità e al cammino verso un mondo migliore e alla maturità artistica dell’autrice.
Qui la canzone d’autore sposa il pop di qualità senza rinunciare a momenti dove le chitarre si fanno sentire con assoli anche psichedelici.
La voce di Silvia Conti è molto espressiva e sa anche graffiare. Il suono è veramente perfetto curato nei minimi dettagli da Gianfilippo Boni.

In conclusione un disco molto ispirato, intrigante, vissuto e lirico come raramente capita di ascoltare.
Un album da ascoltare varie volte per godere di tutte le sfumature che offre. Lo consiglio vivamente e son sicuro che chi ama la musica di qualità si innamorerà del suo menù.

Precedente John Cowan Hartford Successivo AMENOBLUES FESTIVAL 2019 - 15a Edizione – Ameno – Lago d’Orta (Novara)