She ROCKS! Giornaliste musicali raccontano

(Maurizio Galli – 14 marzo 2020)

Non è certo di questi giorni la strana idea che siano necessarie delle quote rosa come provvedimento teso a equilibrare la presenza di uomini e donne nelle sedi decisionali. Eppure, a quanto pare in parecchi sembrano concordare con questa teoria.
Bene, chi vi scrive non ha mai creduto che un simile provvedimento sia in grado di far si che le donne riescano a sfondare il glass ceiling (“soffitto di vetro”), quella barriera invisibile che impedirebbe alle donne di poter competere alla pari con gli uomini.

Ma veniamo al mondo della musica.

Che il rock, e che tutto ciò che gli ruota attorno, critica musicale compresa, da sempre venga associato ad un universo maschile carico fino alla punta dei capelli di testosterone è un dato di fatto. Fortunatamente ci sono giornaliste musicali del calibro di Alessandra Izzo che, grazie al suo ultimo libro She ROCKS! (edito da Vololibero) ci ricordano che esiste nel giornalismo musicale italiano anche un mondo femminile preparato al pari di quello maschile.

Nel suo She ROCKS! la Izzo intervista in esclusiva quindici giornaliste musicali italiane, tra cui la”nostra” Raffaella Mezzanzanica, interrogandole sul loro rapporto con la musica e con l’editoria musicale.

Una lettura veloce, ma che sa ben mettere in mostra quanto il coraggio, la tenacia e una dose di ambizioni sappiano essere la giusta ricetta per affermarsi in un mondo da sempre dominato da uomini.

Alessandra Izzo: Ha scritto per varie testate musicali tra le quali “Rolling Stone”, “Duellanti” e “Rockstar”, mentre in radio ha curato alcune trasmissioni su Radio Due. Nel 2013 ha scritto Frank e il resto del mondo (Curcio Edizioni), dedicato al suo mentore Frank Zappa. Nel 2015 con il collega Tiziano Tarli ha pubblicato Italian Night Clubbing- Deliri, follie e rock and roll negli storici club del Belpaese (Arcana).

Precedente E' partita la 17ª edizione de L'Artista che non c'era Successivo Fish on Friday – An Initiation (2010-2017).