Crea sito

Sebastião Salgado e “Artists United for Amazonia”: The time to act is NOW!

(Raffaella Mezzanzanica – 31 maggio 2020)

Inizia così, con le parole del grande fotografo e attivista brasiliano Sebastião Salgado, un nuovo racconto di musica e di speranza.

Qualche settimana fa, Sebastião Salgado ha lanciato un appello alle autorità governative brasiliane, in particolare al Presidente Bolsonaro, affinché prendano i dovuti provvedimenti per aiutare le popolazioni di Indios che vivono nella foresta amazzonica e che sono a rischio di scomparire a causa della diffusione della pandemia di Covid-19.

Sebastião Salgado non è rimasto solo nella sua denuncia. Con lui si sono schierate tantissime star internazionali: Brad Pitt, Meryl Streep, Sting, Oprah Winfrey e molti altri si sono uniti all’accorato appello e hanno firmato la petizione.

Che cosa sta succedendo in Brasile?

Tutti sappiamo dalle notizie degli ultimi giorni che il Sudamerica sta diventando il nuovo epicentro della diffusione della pandemia di Covid-19.

Le ultime statistiche ufficiali sull’area “Americas” (che unisce Nord e Sudamerica) pubblicate dalla WHO (World Health Organization – Organizzazione Mondiale della Sanità) mostrano il Brasile al primo posto per numero di contagi (411.821 casi e 25.598 decessi) tra tutti i Paesi del Sudamerica e al secondo posto nell’area di riferimento (al primo, troviamo gli Stati Uniti).

Le categorie più deboli sono anche le prime ad essere più colpite e anche a subire le perdite maggiori. In Italia, purtroppo, lo abbiamo sperimentato con i tanti morti tra i più anziani.

In Brasile, esiste questo stato meraviglioso ma, soprattutto questa foresta meravigliosa, caratterizzata da una flora e una fauna, nonché da un ecosistema particolarissimi. Da sempre la foresta amazzonica è considerata il “polmone del mondo”.

E’ una terra in cui vivono più di 290 diverse tribù di Indios, alcuni dei quali non hanno mai avuto contatti con il mondo esterno.

Purtroppo, però, l’uomo bianco è arrivato in queste terre meravigliose e ricche, per cercare l’oro (e non solo!) e non si è fermato di fronte a nulla. Ha distrutto gli alberi e ucciso le popolazioni indigene, solo ed esclusivamente per profitto.

Gli Indios, proprio per il modo in cui da sempre abitano e vivono in queste terre e, soprattutto per l’assenza di contatti con il mondo esterno, non hanno difese immunitarie. Questo li porta ad essere maggiormente esposti ad un virus aggressivo come il Covid-19.

Ecco le ragioni delle denuncia di Sebastião Salgado che, tra l’altro, ha dedicato parte della sua attività, anzi della sua arte (la fotografia) a ritrarre gli Indios dell’Amazzonia. Per questo motivo, nel 1994, insieme alla moglie Lélia Wanick Salgado, ha fondato una sua agenzia di stampa “Amazonas images” volta a promuovere il suo lavoro come fotografo ma anche come attivista (non dimentichiamo che Sebastião Salgado è anche UNICEF Goodwill Ambassador dal 2001).

Sebastião Salgado sa esattamente quello che sta succedendo ed è per questo che parla di “genocidio” e di “crimine contro l’umanità” quando gli viene chiesto di esprimersi su quanto stia accadendo in Amazzonia a seguito della pandemia.

Giovedì 28 maggio, un gruppo di musicisti, attori, scienziati e altre personalità si è riunito in un grande evento online, volto a sensibilizzare il pubblico proprio sull’attuale, drammatica situazione degli Indios in Amazzonia.

Tra gli artisti che si sono impegnati in questa causa e che hanno prestato la loro voce  partecipando a questo grande happening virtuale ricordiamo Barbra Streisand, Dave Matthews, Peter Gabriel, Herbie Hancock, Ricky Martin, Carlos Santana.

Quello di oggi è davvero un “consiglio per gli ascolti” molto particolare. E’ più un consiglio ad un ascolto della musica non fine a se stessa, ma ad un ascolto attento, ad un ascolto per il nostro Pianeta perché, per quanto l’Amazzonia possa sembrarci lontana, per quanto noi italiani abbiamo sofferto e stiamo ancora soffrendo per le innumerevoli perdite dovute alla pandemia, è necessario restare uniti perché noi siamo la Terra e solo noi possiamo preservarla.

Buona visione!

https://www.youtube.com/watch?v=N6tWbDM0jAY&feature=emb_rel_pause

Fonti:

WHO – Coronavirus disease (Covid 19) – Situation Report 130 – May 29, 2020

Photo credit:

Sebastião Salgado/Amazonas/Images