L’ultimo regalo di Dr. John

Ben sapendo che la fine sarebbe arrivata prima di Natale dello scorso anno Dr. John aveva ultimato il suo ultimo album. Le incisioni sono state riprese durante alcune sessioni agli Esplanade Studios e mixate in parte a casa sua e in parte in quella del chitarrista Shane Theriot che così ricorda le parole di Dr. John prima delle registrazioni: Qualunque cosa dobbiamo fare, facciamola.

Nel suo ultimo disco Dr. John presenta nuovi brani, alcune cover (Guess Things Happen That Way di Johnny Cash, Ramblin’ Man e I’m So Lonesomone I Could Cry di Hank Williams e Funny How Time Slips Away di Willie Nelson), duetti con Willie Nelson (Old Time Religion) e Aaron Neville (End of the Line dei Traveling Wilburys), una nuova rielaborata versione di Such A Night (canzone popolare del 1953, scritta da Lincoln Chase, registrata per la prima volta da The Drifters ma che noi ben conosciamo per la memorabile versione eseguita da Dr. John con The Band durante il The Last Waltz) ed un duetto intrigante con Rickie Lee Jones nel classico I Walk on Guilded Splinters (presente per la prima volta nell’album di debutto Gris-Gris del 1968).

La band, oltre al chitarrista e produttore del disco Shane Theriot, comprende tra gli altri anche il tastierista David Torkanowsky (ex Zachary Richard Band).

Shane Theriot: Ci siamo seduti e ascoltato tutto due volte. Stava cantando e aveva un grande sorriso sul suo volto. Poi mi accompagnò alla mia macchina, mi fissò e disse: ‘Sono contento. Ho fatto la scelta giusta’. Poi mi ha abbracciato e mi ha baciato sulla guancia.

Al momento non è ancora stato divulgato né titolo dell’album né la data di pubblicazione.

Precedente Il folk dei Loudest Whisper Successivo Baro Projets • Lucillo & Giada + Topic Würlenio