Kurt Cobain Dossier

(Maurizio Galli – 16 dicembre 2019)

Seattle, aprile 1994. Kurt Cobain, motore creativo della più grande rock band degli anni ’90, viene trovato morto nella sua villa col cranio sfondato e un fucile ancora stretto tra le dita. Prima ancora che l’indagine venga chiusa, la polizia di Seattle sentenzia: suicidio. In fondo tutti gli elementi sembrano esserci: l’arma del delitto, la nota del suicida, almeno un precedente tentativo documentato di togliersi la vita. Eppure già poco dopo la morte del cantante iniziano a circolare voci secondo cui Kurt sarebbe stato ucciso.

A venticinque anni dalla morte di Kurt Cobain Epish Porzioni firma per la collana Voices di Chinaski Edizioni Kurt Cobain Dossier: un’indagine lucida e corrosiva su uno dei suicidi più enigmatici del secolo scorso. Un volume che bilancia perfettamente una scrittura accattivante con un’attentissima ricostruzione, fra musica e cronaca, di una delle vicende più oscure degli anni ’90. Curiosità e rivelazioni sconcertanti: una ricostruzione capillare che parte dal rapporto fra Cobain e Courtney Love per arrivare alle prove che hanno fatto riaprire il caso cinque anni fa. E per chiudere gettando finalmente luce sull’anima di Cobain e sulla sua mai spiegata patologia. Fra i documenti anche gli atti processuali della causa fra Isaiah Silva (ex marito della figlia di Kurt Cobain) e Courtney Love: con tanto di intercettazioni telefoniche che dimostrano il tentativo di uccidere il giovane Silva e far passare la vicenda per un suicidio. Ma anche rivelazioni totalmente inedite di Courtney.

L’autore: Epìsch Porzioni, classe ’73, mangia pane e musica. Ha pubblicato, fra i  tanti libri: Kiss and Lick, Amy Winehouse Fino alla Morte, Lo Spettro – prima biografia autorizzata del rapper Fabri Fibra – e Rock is Dead (scritto con F.T. Sandman), da cui è tratto l’omonimo programma radiofonico in onda su Radio Popolare Network.

Un libro avvincente come un giallo, scorrevole nella lettura e mai saccente nonostante sia ricco di dettagli. Kurt Cobain Dossier di Epìsch Porzioni sin dalle prime pagine ha saputo coinvolgermi in questa quantomai strana storia che spesso è conosciuta solo attraverso i contorni.
Un libro consigliato sia ai neofiti che ai fan super preparati. Questi ultimi troveranno senz’altro qualche dettaglio che gli era scappato (fino ad oggi)!

Precedente Stanley Clarke Band – The Message Successivo I figli dello stupore - La beat generation italiana