Jack Broadbent – Moonshine Blue

Jack Broadbent amazing busker in the Amsterdam Red Light district 1/2

Qualche anno fa è diventato popolare grazie ad un video in cui lo si vedeva suonare per strada ad Amsterdam, lui e la sua slide appoggiata sulle gambe , mentre interpretava On the Road Again.
È passata un bel po’ d’acqua sotto i ponti, una manciata di dischi e partecipazioni ad
importanti festival tra cui Montreux . A fine 2019, anticipato dal singolo “Everytime I Drown” è uscito Moonshine Blue, album più “prodotto “ e curato affiancato da video anch’essi ben costruiti, col
quale il 31enne chitarrista inglese tenta il salto verso una maggiore notorietà.
Grande tecnica, una voce interessante con molte sfumature , è un album che tocca diversi generi (è meno blues rispetto alle attese) e che in generale conferma che Broadbent è più a suo agio nei momenti in cui spinge e graffia rispetto a quelli più introspettivi.

Precedente Rock These Ancient Ruins, gli ultimi 40 anni di punk-rock band romane Successivo SUONI NELL'ETERE 100 anni di musica e radio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.