Il Dutch Beat dei piacentini The Backdoor Society

(Maurizio Galli – 1 luglio 2019)

I piacentini The Backdoor Society il 22 aprile 2019 hanno rilasciano per il mercato discografico questo pregevole album pubblicato per l’interessante, e sempre attenta alle novità, etichetta Area Pirata.

La band è formata da Giovanni Orlandi (Vocals), Simone Modicamore (Guitar), Denis Cassi (Bass, Guitar) e Andrea Corti (Drums).

The Backdoor Society,affascinati in particolare dalla scena olandese, sono una band dal forte connotato beat europeo dei mid sixties. Fonte principale di ispirazione sono gruppi come Outsiders e Q65 che influenzano il suono della band.

Devo ammettere che non conoscevo questa band e che ho affrontato titubante il primo ascolta. Bene, mi stavo sbagliando alla grande. Se amate il Dutch Beat in tutte le sue sfumature – dal selvaggio R&B, alla ballata in stile Stones – vi assicuro che non potete rimanere indifferenti al suono dei Backdoor Society! Dieci brani originali nel loro genere, ricchi di chitarre ben suonate e con quel sound retrò che non guasta proprio. Un disco consigliato agli appassionati del genere e non solo a loro. Alla via così.

https://www.facebook.com/backdoorsociety/
Precedente New Trolls - La signora senza anelli (vs. Rolling Stones - Jumpin' Jack Flash) Successivo 36° edizione dell’International Blues Challenge di Memphis