Dario Sn – The Easy Way

(Maurizio Galli – 30 aprile 2019)

32 anni, nato e cresciuto a Udine ma con uno stile musicale pregno di sonorità d’oltreoceano. Dario Snidaro in arte Dario Sn a metà febbraio ha anticipato con il singolo The Easy Way l’uscita, per l’etichetta Go Country Records, dell’omonimo album (The Easy Way). Un’artista e una produzione tutta friulana in quanto l’album è stato registrato, mixato e masterizzato presso il LAAK Studio di Jvan Moda a Muris di Ragogna.

Una passione quella di Dario che inizia con l’ascolto di artisti come i Pink Floyd ma che ben presto, come lui stesso afferma, migra verso il cantautorato sentendo il genere ben più vicino al suo modo di essere e all’ambiente che lo circonda. La sua musica, senza scopiazzature di sorta, ha chiari rimandi a Ryan Adams e Ray LaMontagne. “Per definire il mio genere, che è un misto di roots folk e country, si usa una parola sola che è americana, che li racchiude tutti”.

Ispirato dai cantautori country e folk, Dario canta per il piacere di condividere viaggi e racconti, i protagonisti delle sue canzoni sono le persone comuni avvolte dalle loro emozioni, successi e sconfitte. Dopo le prime esperienze acustiche e dopo un periodo come membro della band Rusted Pearls (con cui nel 2012 pubblica l’EP Roadsigns), ha recentemente sentito il bisogno di tornare a quello che gli è piaciuto di più, il puro songwriting guidato solo dalla sua chitarra acustica.

Nell’album ad accompagnare la voce e la chitarra acustica di Dario troviamo Mirco Tondon al basso, Davide Zuin alle chitarre elettriche e Paul Zewell alla batteria, “più un sacco di altri musicisti che hanno contribuito agli arrangiamenti, con contrabbasso, chitarre elettriche, banjo, ukulele, armonica a bocca, archi, fisarmonica e molti altri strumenti che danno colore e dimensione ai pezzi

Sin dai primi ascolti di The Easy Way,in uscita il 16 maggio, ci si rende conto che ci troviamo di fronte ad un disco di country-rock piacevole nel suo complesso (voce, cori e chitarra). Il bouquet di stili è ricco ma al contempo non disomogeneo, si va dal country-rock di A Spell alla riflessiva Confidence – sentite che meraviglia il cello di Mariano Bulligan – passando per Ghost Town e per il banjo di Irene.

Un artista Dario Sn davvero interessante, da seguire con cura e magari da vedere live. Alla via così.

https://www.dariosn.com/
https://www.facebook.com/dariosnidaro
Precedente Shelagh McDonald Successivo Sigmund Spaeth - A History of Popular Music In America