Crea sito

Dalla – De Gregori e il tour della svolta raccontato in Banana Republic 1979

(Maurizio Galli – 16 settembre 2020)

Francesco De Gregori aveva ricominciato a cantare da poco. La ferita del “processo” del Palalido del 1976 cominciava appena a rimarginarsi. Lucio Dalla era al massimo del successo e della fama. L’Anno che verrà aveva stregato tutti e i suoi dischi erano i più venduti. All’inizio del 1979 i due decidono di intraprendere una tournée negli stadi. È un azzardo, dicono molti.

Così Ferdinando Molteni nel risvolto di copertina introduce Banana Republic 1979, il libro uscito nell’aprile 2019 per Vololibero edizioni.

Ci complimentiamo da subito con Molteni per la bravura racchiusa nelle 120 pagine di Banana Republic 1979 – pregne di dettagli e aneddoti. L’autore infatti non solo tiene alta l’attenzione del lettore (appassionato di musica) nella ricostruzione dell’evento live ma è in grado di disegnare in modo impeccabile il quadro degli eventi che ne precedettero la nascita.  
Il libro oltre a narrare lo svolgimento del tour, che possiamo definire una piccola rivoluzione italiana, è arricchito da date, stralci di interviste, giudizi e ben 16 pagine di fotografie a colori – e credetemi non è cosa da poco trovare fotografie a colori nei libri musicali!.

«Banana Republic è la traduzione di un pezzo di Steve Goodman che mio fratello, più noto come Luigi Grechi (quello de Il bandito e il campione) mi aveva fatto conoscere. Mi piacque molto e cominciai a tradurlo un po’ per gioco un po’ per allegria. Quando la tournée era ormai decisa, pensammo che ci sarebbe voluto un altro pezzo da condividere oltre ai “Marinai”. Io feci sentire a Lucio il brano, a lui piacque. Non solo lo mettemmo nella scaletta del concerto, ma quel titolo innescò uno strano processo di fascinazione cosicché Ennio Melis, direttore della RCA Italiana, uomo di grande istinto, ci consigliò di chiamare il tour come il brano appena realizzato. “Mica la vorrete chiamare I marinai che sa di vecchio?”. Ci disse di chiamarla Banana Republic perché è curioso e non si capisce cos’è(Francesco De Gregori, Corriere della Sera)

Se volete saperne di più sul trionfo del tour (50mila spettatori e un totale di 600 mila biglietti venduti) e su tutto ciò che ne girò attorno non avete che da leggere Banana Republic 1979 di Ferdinando Molteni. Alla via così.

Ferdinando Molteni è giornalista, saggista, docente e musicista che si occupa, da molti anni, di canzone d’autore italiana. Laureato all’Università di Genova, tiene regolarmente lectures e corsi presso istituzioni culturali e università negli Stati Uniti (New York University, Stony Brook University, Saint Joseph’s University in Philadelphia, University of Illinois), in Argentina e Uruguay, in Francia e Italia. Tra i suoi libri recenti: Controsole. Fabrizio De André e Crêuza de mä (Arcana, Roma 2011) e L’ultimo giorno di Luigi Tenco (Giunti, Firenze 2015). Ha scritto anche per il teatro e la televisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.