Crossing, il nuovo album del cantautore ferrarese Enrico Cipollini

Singer-songwriter di ispirazione country/blues/folk, dopo esser stato chitarrista e autore per diverse band di vario genere come Underground Railroad, Free Jam e Violassenzio con le quali ha pubblicato diversi album, ha  intrapreso un progetto solista acustico. Nel 2016 ha completato il suo primo album intitolato “Stubborn Will” (distribuito dalla Melodic Revolution Records negli Stati Uniti e da Ird Distribuzioni in Italia), ottenendo diversi riscontri positivi tra il pubblico e gli addetti ai lavori. Ha inoltre i aperto i concerti di diversi artisti nazionali ed internazionali fra cui Pulp Dogs (con Vince Pastano e Antonello D’Urso), Paolo Bonfanti (IT), Laura Crisci (USA), Hollis Brown (USA), Jack Broadbent (UK) , Mary Cutrufello (USA), Buford Pope (SWE), Hayward Williams (USA) altri. In passato ha svolto anche alcuni concerti a Londra in diversi locali (tra cui the Alley Cat, the Bedford e altri) e nel 2015 e nel 2018 è stato invitato al festival internazionale Karel Music Expo di Cagliari. A Luglio del 2018 è stato invitato ad esibirsi al Centro di arti visive (MGLC) di Ljubjana in Slovenia.

Per questo nuovo disco dove il ruolo della band è più predominante rispetto al primo lavoro, si è avvalso della collaborazione di amici musicisti conosciuti a livello nazionale come Iarin Munari (Free Jam, Stadio, Red Canzian, Vecchioni, Paolo Belli) alla batteria, Fabio Cremonini (FEV) al violino, Roberto Catani (Free Jam) al basso e ospiti come la cantautrice irlandese Joanna Marie alla voce, Fabrizio Luca (Strike) alle percussioni Nick Muneratti (Paul Gilbert, Daniele Tedeschi) al basso, Annalisa Vassalli alla voce.

Il progetto ha quindi preso il nome di Enrico Cipollini & The Skyhorses ed è in questa formazione che intende presentare il nuovo album.

Le atmosfere proposte spaziano dal country/blues al folk, fino al rock ma sempre con strumenti di natura acustica (come il dobro e il violino) e un approccio molto personale, formando un sound complessivo originale e non molto comune sulla scena italiana.

Precedente I live consigliati da Aldo Pedron – Agosto 2020 Successivo I live consigliati da Aldo Pedron – Giugno 2020