Claudia Fofi – Teoria degli affetti

(Luca Paoli – 25 marzo 2020)

Artista a trecentosessanta gradi Claudia Fofi. Impegnata nella musica come autrice, compositrice e cantante dalle notevoli doti, scrittrice e poetessa oltre ad essere educatrice vocale.

Nel corso della sua carriera ha conquistato numerosi Premi (Grinzane Cavour, Ciampi, Premio Città di Recanati-Musicultura, Albero Andronico, Canzone di Pace, Mantova Musica Festival con il progetto Le Core), si è esibita in giro per l’Italia e all’estero tra club, festival e rassegne, ha composto musiche per cinema e teatro, ha pubblicato cd e libri, proponendo anche numerosi concerti&reading poetici. Nel 2018 la sua silloge inedita “Il delta della lingua” riceve una menzione di merito al Premio Gozzano. Nel 2019 ha pubblicato il suo nuovo libro, “Post-Post”, una raccolta di post di facebook edita da Bertoni. Claudia Fofi, inoltre, tiene seminari sulla voce e sulla scrittura della canzone. Trainer olistico della voce e del suono, musico terapista, ha messo a punto un proprio approccio di lavoro, Voce Creativa.
Direi che siamo al cospetto di un curriculum di tutto rispetto.

L’album che desidero portare alla vostra attenzione è “Teoria Degli Affetti” uscito per l’etichetta Dodicilune il 25 Novembre scorso.

La formazione che accompagna l’artista in questo progetto è di altissima levature e vede Ares Tavolazzi (contrabbasso), Alessandro Gwis (piano), Alessandro Paternesi (batteria) e Paolo Ceccarelli (chitarre)oltre a Claudia Fofi alla voce e composizione.

Le undici tracce che compongono l’album sono una più bella ed intensa dell’altra.
La poesia che sposa il jazz ed il pop per una canzone d’autore non facile da trovare al giorno d’oggi. La voce della protagonista ha mille sfumature, accarezzando la melodia ma anche inerpicandosi su scale impossibili. Veramente brava.
La band suona alla meraviglia ed il lavoro ha una produzione molto curata nei dettagli, dove ogni strumento e la voce escono in modo cristallino e preciso.

Se Tu” apre il disco, ed è subito pathos per una ballata in odore di soul con piano e chitarra ad accarezzare la bella melodia. Un tempo blues con una chitarra sghemba e Waitsiana ci conduce nella splendida “Figlia Di Un Dio Minore”.
Non voglio elencarvi tutti i brani perché, penso, sia interessante che vengano scoperti da chi acquisterà il disco e non voglio togliere la sorpresa, però un paio di brani voglio ancora segnalarveli.
Canto”, dal sound più deciso, quasi rock, per una canzone che analizza e dichiara amore per la professione di artista di Claudia Fofi, con le inquietudini ed i limiti che questa vita comporta. Molto bello e lirico l’assolo di chitarra di Paolo Ceccarelli.

“Una riflessione sul migrare umano come esperienza che ci riguarda tutti è il tema centrale de “La valigia dello straniero”, composta per uno spettacolo teatrale – filo conduttore una famosa poesia di Antonio Machado (Caminante) con una musica che fa pensare a Mozart che suona il flamenco. Una ballata veramente coinvolgente e da ascoltare più volte”.

C’è anche una bella dedica alla figlia dell’autrice dal titolo “Ancella del sorriso”, “un’esortazione e non cedere alle lusinghe e alle illusioni di una società basata sul conformismo e sul consumismo”.

Concludo esortando tutti voi ad ascoltare e, perché no, ad acquistare questo stupendo disco dove la canzone d’autore pregna di poesia assume sfumature jazz, pop, incursioni nella classica dove la voce esplora i mille sentieri delle emozioni, del cuore e della tecnica. Da seguire con attenzione.

Track List:
1 – Se tu
2 – Figlia di un Dio minore
3 – Basso albertino
4 – La valigia dello straniero
5 – Canto
6 – La mente vuole amore
7 – Ancella del sorriso
8 – Travolto dalla piena di te stesso
9 – Italia
10 – Lasciamo che il vento lavori
11-Avessi

Testi e musiche di Claudia Fofi eccetto Travolto dalla piena di te stesso musica di Claudia Fofi / testo rielaborato da Cimbelino di W. Shakespeare

Produced by Claudia Fofi and Dodicilune, Italy

Precedente Sky – Sky Successivo Stray – Fire & Glass - The Pye Recordings, 1975-1976